Nutrie: Coldiretti ER la nuova legge salva territorio e cittadini

nutriaUn importante passo avanti per tutelare la sicurezza dei cittadini e del territorio e per prevenire i danni all’agricoltura. Così Coldiretti Emilia Romagna commenta la norma contenuta nella legge 116/2014 (conversione del decreto “Campolibero”) che definisce le nutrie non più fauna e le riduce al rango di topi e ratti e come tali da eradicare.
“È una norma importante – commenta il presidente regionale di Coldiretti, Mauro Tonello – perché le nutrie possono essere eliminate da chiunque e non più quindi solo da cacciatori autorizzati. Ricordiamo che si tratta di animali non autoctoni, che si stanno diffondendo in maniera incontrollata per mancanza di predatori. Questo li ha resi animali pericolosi per il territorio e per i cittadini perché le loro tane indeboliscono gli argini dei canali e dei fiumi, creando situazioni di rischio di alluvioni che, come è avvenuto a Modena in occasione della rotta del fiume Secchia, hanno purtroppo causato anche vittime. Inoltre stanno creando problemi alla biodiversità e sono anche dannosi per l’agricoltura perché con la loro voracità provocano ingenti danni alle colture. Il tutto senza valutare il rischio della diffusione della leptospirosi, una patologia dannosa per uomini e animali. La nuova normativa toglie ogni scusa a chi vorrebbe proteggere un animale che a questo punto non è diverso da zanzare o topi, che cerchiamo di eliminare con ogni mezzo possibile”.

Un Commento in “Nutrie: Coldiretti ER la nuova legge salva territorio e cittadini”

  • Coypus scritto il 3 ottobre 2014 pmvenerdìFridayEurope/Rome 15:46

    Peccato che, eliminando la nutria dalla “fauna selvatica”, non sia più possibile utilizzare il fucile per eradicarla e la polizia provinciale non è più competente ad intervenire, la provincia non risarcirà più i danni alle coltivazioni agricole, ecc.ecc. Complimenti

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.