Obbligatorio dal 1° gennaio il registro online per chi vende l’olio

olio6Il Dipartimento delle politiche europee e internazionali dello sviluppo rurale ha emanato una circolare in cui spiega le modalità di attuazione del regolamento europeo riguardante le caratteristiche degli oli d’oliva e di sansa per garantire la migliore efficacia dei controlli e diminuire i rischi di frode a danno del consumatore.
La nuova norma è in vigore dal 1 gennaio di quest’anno e, tra le novità, c’è l’obbligo di tenere un registro on-line di entrata e di uscita per ogni categoria di olio per chi ne produce più di 200 chili.
La disposizione si rivolge non solo ai titolari di frantoi (che erano già sottoposti a questo tipo di obbligo), ma anche a tutte le altre persone fisiche e giuridiche che producono olio a fini commerciali.
Anche il contadino titolare di una piccola azienda agricola, dunque, dovrà registrarsi ed inserire i dati relativi all’olio commercializzato. È il Ministero delle politiche agricole e forestali, infatti, a specificare che «l’obbligo della tenuta del registro di carico e scarico riguarderà anche gli olivicoltori che detengono olio sfuso a fini commerciali, anche se proveniente dalle proprie olive». E la norma vale anche per gli imbottigliatori.
Sono esclusi dall’obbligo, invece, i detentori di oli non destinati all’alimentazione, di quelli destinati all’autoconsumo e di quelli preconfezionati ed etichettati. Attualmente è in vigore un registro provvisorio nel portale del Sian (Sistema informativo agricolo nazionale). Le registrazioni dovranno essere inserite mensilmente entro il 10 del mese successivo a quello di produzione dell’olio.
A ricordarlo è la Cia di Imola che invita tutti gli interessati a rivolgersi presso la sede dell’organizzazione in Via Fanin, 7/A , telefono 0542646111.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.