OCSE:in Italia serve più coordinamento per politica rurale

Aziende Agricole 1Una strategia della politica rurale ‘allargata’ e un maggior coordinamento tra ministeri e assessorati:è questa la raccomandazione che l’Ocse rivolge al nostro paese. Il rapporto è stato presentato questa mattina in un seminario promosso dall’Inea. Lo scarso coordinamento tra livello regionale e centrale si traduce nei fatti con scelte non sempre coerenti con le realta’ locali, un’asincronia che deve essere migliorata per valorizzare il territorio inteso non solo dal punti di vista agricolo, ma anche manifatturiero e turistico. Le regioni italiane, secondo il rapporto, presentano un valore piu’ ricco del Pil rispetto ad altri Pasi, ma l’invecchiamento della popolazione e lo spopolamento minano la sostenibilita’ di alcuni servizi come il sistema scolastico e quello sanitario. Tra le altre raccomandazioni, l’Italia deve rafforzare la coesione sociale attraverso l’erogazione di servizi pubblici di qualita’, adottare una pianificazione del territorio, sviluppare politiche mirate all’integrazione degli immigrati, sostenere i processi di diversificazione dell’economia rurale e proteggere e valorizzare l’ambiente.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.