Ogm: 10 paesi ne producono il 96%. Boom nel 2010

Sempre più biotecnologie in agricoltura, e il fenomeno “é in forte crescita”. Nel 2010 le colture biotech hanno occupato parte considerevole (10%) degli 1,5 miliardi di ettari che costituiscono la superficie agricola globale, e il trend per i prossimi anni è in continua crescita. E’ quanto sottolineato dal documento ‘Oltre gli Ogm. Le biotecnologie in campo alimentare’ presentato oggi in apertura del terzo International Forum on Food and Nutrition organizzato, presso la Bocconi, dal Barilla Center for Food and Nutrition (Bcfn). La produzione Ogm oggi si concentra in dieci Paesi che pesano il 96% delle superfici coltivate a transgenico. Altri 19 Paesi producono il 4% del totale. Tra questi sono otto i Paesi europei che hanno impiegato sementi Ogm nel 2010: Germania, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Slovacchia, Romania, Spagna e Svezia, per un totale di 100mila ettari rispetto ai 148 milioni di ettari coltivati coltivati nel mondo. La crescita delle colture geneticamente modificate è stata, sottolinea il documento, “tanto significativa quanto rapida; ci sono infatti voluti dieci anni per raggiungere il traguardo dei primi 500 milioni di ettari nel 2005, e solo la metà del tempo (5 anni) per piantare i secondi 500 milioni di ettari. Il 2010 in particolare è stato un anno in forte espansione, che ha fatto registrare una crescita a due cifre (10%) equivalente a 14 milioni di ettari”. Tuttavia numerosi studi recenti, sottolineano dal Bcfn, dimostrano come “l’ingegneria genetica (Ogm) non rappresenti una risposta soddisfacente alla risposte e alle sfide che si pongono con sempre maggiore insistenza al comparto agricolo, a causa delle difficoltà legate alle regolamentazioni nei vari Paesi e del difficile rapporto con le opinioni pubbliche”. Sulla percezione riferita agli Ogm – secondo un recente sondaggio dell’Eurobarometro sulle scienze delle vita e le biotecnologie – emerge “una forte contrarietà, legata probabilmente alla mancata percezione di un beneficio a fronte di un profilo di rischio connesso alla loro adozione. I cittadini europei, aperti (53%) alla prospettiva di una crescente adozione di biotecnologie, sono invece contrari – secondo l’indagine – all’uso di Ogm. E la fiducia verso le colture transgeniche si è progressivamente ridotta: il 2010 è il primo anno in cui tutti in tutti i Paesi europei le persone favorevoli all’impiego di colture Ogm sono una minoranza (meno del 40%).(ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.