OGM: campo illegale di mais a Pordedone, Greenpeace insorge.

I venti attivisti di Greenpeace, che questa mattina all’alba sono entrati nel campo illegale di mais Ogm nella provincia di Pordenone, sono stati bloccati e fermati dalle Forze dell’Ordine per arbitraria invasione di terreno agricolo. Lo riferisce una nota di Greenpeace sottolineando che “l’intervento delle Forze dell’Ordine e’ in corso e gli attivisti rischiano l’arresto”.”Hanno bloccato un lavoro di decontaminazione dell’area che -afferma Federica Ferrario, responsabile della campagna Ogm di Greenpeace- avrebbero dovuto effettuare loro gia’ settimane fa. Queste piante Ogm sono in fioritura e il loro polline sta contaminando il mais dei campi circostanti. Adesso chi paghera’ i danni agli agricoltori friulani?”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.