Ogm: Coldiretti, a Pordenone ci costituiremo parte civile


Abbiamo chiesto ai nostri avvocati di costituirci parte civile nel processo per chiedere il rimborso degli eventuali danni procurati al patrimonio agricolo ed ambientale e fare in modo che reati come questo non si verifichino piu'”. E’ quanto ha affermato il presidente della Coldiretti Sergio Marini nell’esprimere sincero apprezzamento per la decisione del Gip del Tribunale di Pordenone, Piera Binotto che ha deciso la confisca e distruzione dei prodotti del campo di Fanna (Pordenone) dove e’ stato seminato mais Ogm vietato, oltre a comminare venticinquemila euro di multa. “La vicenda non finisce qui e – ha continuato Marini – siamo determinati a seguire con attenzione gli sviluppi processuali.
Occorre ricordare che dai risultati delle analisi rese note dal Ministero delle politiche Agricole emerge la presenza nei terreni confinanti di 15 campioni contaminati da Ogm su 30. Una enormita’ considerando che – ha sostenuto Marini – la contaminazione e’ avvenuta da un solo campo ed in solo anno.
Punire i colpevoli e sanare al piu’ presto le illegalita’ deve essere – ha concluso Marini – un obiettivo condiviso da quanti hanno a cuore il rispetto delle regole”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.