Ogm: Coldiretti approva l’ etichetta per l’export

L’indicazione in etichetta dell’eventuale utilizzo nella catena alimentare di produzioni geneticamente modificate, la cui coltivazione e’ vietata in Italia ma non all’estero, e’ importante per garantire maggiore trasparenza sul mercato a vantaggio degli agricoltori e dei consumatori. E’ quanto afferma la Coldiretti nel commentare l’approvazione in commissione agricoltura alla Camera, di un emendamento, che ha come primo firmatario Susanna Cenni, al ddl 2260 sul sostegno all’agroalimentare, che prevede l’indicazione in etichetta dell’eventuale utilizzo di produzioni geneticamente modificate nella catena alimentare. La crescente diffidenza nei confronti degli Ogm che ha portato recentemente le autorita’ governative indiane a respingere la prima melanzana transgenica e quelle tedesche a vietare dall’aprile 2009, dopo alcuni anni di coltivazione, il mais MON 810 che alcuni vorrebbero seminare in Italia, deve essere accompagnato – sostiene la Coldiretti – da una forte attenzione ai principi della precauzione e dell’informazione sia sul lato della coltivazione che su quello della commercializzazione. Sulla base dei risultati dell’ultima indagine annuale Coldiretti-Swg ”Le opinioni di italiani e europei sull’alimentazione”, il 72% dei cittadini italiani che esprimono una opinione ritiene che i prodotti alimentari contenenti Organismi geneticamente Modificati siano meno salutari rispetto a quelli tradizionali.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.