Ogm: coltivazione mais 1507 torna su tavolo Commissione Ue

mais 1Torna mercoledì sul tavolo della Commissione europea il dossier sull’autorizzazione a coltivare nell’Ue il mais Ogm 1507. Bruxelles deve infatti pronunciarsi sul caso dopo esser stata condannata dal Tribunale europeo aver aver ritardato la procedura di autorizzazione del dossier. In caso di rilancio della procedura sarà il Consiglio Ue a decidere sul via libera o meno alla coltivazione. L’iniziativa – apprende l’ANSA – riporta d’attualità la proposta della Commissione Ue di lasciare gli Stati liberi di decidere se coltivare Ogm.
La sentenza con cui il Tribunale Ue chiede alla Commissione europea di dare un seguito giuridico alla procedura di autorizzazione a coltivare il mais 1507, riapre di fatto il dibattito sulla coltivazione degli Ogm in Europa: un dibattito che é nell’impasse dal giugno 2012, dopo il fallito tentativo dell’allora presidenza danese dell’Ue di trovare un accordo con i ministri europei. Cosi’, secondo quanto appreso dall’ANSA – se la Commissione europea mercoledì riaprirà la procedura di autorizzazione per la coltivazione del mais 1507, ci sono molte probabilità che a breve decida di rilanciare la sua proposta – risale al luglio 2010 – di lasciare gli Stati membri liberi di decidere, a certe condizioni, se coltivare o meno Ogm sul proprio territorio. La procedura di autorizzazione del mais per la coltivazione 1507 é in sospeso dal 25 febbraio 2009, quando l’allora Comitato Ue di autorizzazione non era riuscito ad esprime sul dossier né una maggioranza a favore, né una contraria. Per questo – spiegano le fondi all’ANSA – se la Commissione deciderà di rilanciare la procedura, sarà il Consiglio Ue a doversi pronunciare, secondo le regole in vigore in quel momento. Attualmente invece l’autorizzazione di Ogm non passa più l’esame diretto dei ministri europei. Interrogato al riguardo, Frederic Vincent, portavoce del commissario Ue alla sanità Tonio Borg, si é limitato a confermare che é in programma per mercoledì una discussione sugli Ogm al Collegio dei Commissari “per decidere quale seguito giuridico dare alla sentenza del 26 settembre sul mais 1507. Al momento – ha aggiunto – non possiamo sapere a quale conclusione giungerà il Collegio”. Il portavoce ha anche assicurato che sul dossier “tutte le garanzie scientifiche sono state prese”. (ANSA)

Tags: ,

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.