Ogm: dopo studio-shock chiesto stop ad autorizzazioni Ue


Sospendere immediatamente il rilascio delle autorizzazioni per la coltivazione di varietà di mais geneticamente modificato (come il Mon 810 della Monsanto e la patata Amflora della Basf) e per l’importazione di mais e soia transgenica. Questa la richiesta avanzata oggi alla Commissione Ue dal vicepresidente della commissione agricoltura dell’europarlamento, l’esponente verde francese José Bové, dopo la pubblicazione di uno studio – realizzato dal professor Gilles-Eric Seralini dell’univerità francese di Caen – che evidenzia gli effetti tossici che il consumo di prodotti Ogm ha determinato sulla salute delle cavie animali. “Non abbiamo ancora preso visione dello studio – ha detto oggi il portavoce del commissario Ue alla salute John Dalli – ma sicuramente lo sottoporremo all’esame dell’agenzia per la sicurezza alimentare (Efsa) per trarne eventuali conseguenze”. Lo studio francese potrebbe riaprire la discussione sulla tesi finora sostenuta ufficialmente da Bruxelles, ovvero che i prodotti transgenici finora esaminati sono innocui. Una tesi che però è già stata contestata da alcuni Paesi, come è il caso della Francia dove è stata adottata una clausola di salvaguardia per impedire la coltivazione del Mon 810 sul suo territorio.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.