Ogm: i commenti dopo il no della Commissione sementi

”La decisione della Commissione Sementi era annunciata, dato che il ministro Zaia gia’ a gennaio, commentando la notizia del pronunciamento del Consiglio di Stato, aveva anticipato il parere negativo”: lo ha detto Silvano Dalla Libera, Vicepresidente di Futuragra. ”E’ questa una decisione esclusivamente politica, ed e’ assurdo che tra i membri della Commissione Sementi che ha negato l’autorizzazione non ci fosse nessun esponente del mondo scientifico. Certamente pero’ Futuragra non si fermera’, andra’ avanti a combattere la sua battaglia all’insegna della liberta’ e sta gia’ valutando quali azioni intraprendere” ha proseguito Dalla Libera. ”Questo rappresenta un atto dovuto per tutti i maiscoltori italiani che dal 19 gennaio, giorno in cui e’ stata emessa la sentenza del Consiglio di Stato, a oggi, hanno fatto sentire la loro voce, stringendosi a fianco di Futuragra e della sua campagna, come dimostra anche l’appoggio che abbiamo ricevuto da associazioni come Confagricoltura e Confeuro” ha spiegato Duilio Campagnolo, presidente di Futuragra, precisando: ”Il ministero ha preso una posizione chiara e netta sin dal principio, ma in questi quattro anni non ha mai prodotto alcuna prova sulla presunta pericolosità delle sementi biotecnologiche o sulla impossibilità di coesistenza. Ricordiamo inoltre che, a livello di normative europee, l’agricoltore che volesse coltivare oggi organismi geneticamente modificati in campo, non è passibile di alcuna sanzione, in quanto il Decreto 212 del 2001 non è mai stato notificato”.
Soddisfazione per la decisione di respingere la richiesta della coltivazione degli ogm formulata da Futuragra e’ stata invece espressa dalla ‘Task force per un’Italia libera da Ogm’ che aveva formulato un appello per la salvaguardia dell’identita’ della produzione agroalimentare nazionale. Della task force fanno parte Le associazioni del mondo dell’impresa (Coldiretti, Cna alimentare, Cia, Aiab, Amab, Legacoop, Legapesca, Unci), dei consumatori (Federconsumatori, Adusbef, Adoc, Codacons, Movimento difesa del cittadino), dell’ambientalismo (Legambiente, Wwf, Greenpeace, Vas, Fondazione Univerde) e sociali e culturali (Slowfood, Acli, Crocevia, Focsiv, Greenaccord, Federparchi, Campagna Amica).

Un Commento in “Ogm: i commenti dopo il no della Commissione sementi”

Trackbacks

  1. Firma in pubblico per il decreto di stop agli ogm | Con i piedi per terra

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.