Ogm: in arrivo una proposta limitata ai magimi

E’ in arrivo dalla Commissione europea una nuova proposta in materia di Ogm, limitata ai soli mangimi che – secondo quanto appreso – potrebbe gia’ essere presentata al Comitato delle autorizzazioni Ue il prossimo ottobre. L’obiettivo, annunciato dal commissario europeo alla Salute, John Dalli e’ trovare una ”soluzione tecnica” alla lieve presenza di Ogm non autorizzati nell’Ue, che si verifica essenzialmente sui prodotti importati in Europa, e per i quali il blocco del commercio crea problemi di rifornimento al settore zootecnico comunitario. Tutto questo ”senza modificare il metodo di tolleranza zero per gli Ogm non autorizzati, ma rendendolo piu’ operativo”. Il commissario europeo ha annunciato una prossima presentazione della proposta, oggi a Bruxelles, in occasione dell’avvio della Conferenza europea organizzata dal fronte ‘Europa Ogm-free’ dove pero’ la Rete delle Regioni Ogm-free, in quanto tale, non e’ coinvolta in prima persona. Nel suo intervento Dalli ha ricordato che il settore zootecnico europeo dipende per l’alimentazione degli animali (principalmente soia e mais) dalle importazioni dell’America del Nord e del Sud, i cui Paesi stanno estendendo in modo crescente le produzioni biotech. ”Gia’ ora – ha spiegato – la maggioranza dei mangimi (85-90%) e’ etichettata Ogm, come Ogm vengono etichettate fino al 95% delle importazioni di soia”. I servizi della Commissione europea, quindi, ”stanno esaminando una proposta di soluzione tecnica per la presenza di un basso livello di Ogm non autorizzati nell’alimentazione animale, a condizione che per loro sia gia’ in corso nell’Ue un procedimento di autorizzazione”. Inoltre, spiegano gli esperti, devono avere un metodo di rilevamento convalidato. Si tratterebbe quindi ”di armonizzare i metodi di campionamento, di analisi, e di interpretazione dei risultati da parte dei servizi di controllo ufficiali degli Stati membri”. Insomma una soluzione – dice Dalli – che ”ridurrebbe il rischio di scarsita’ nei rifornimenti in mangimi ed eviterebbe effetti negativi sulla competitivita’ del settore zootecnico europeo”. A commento del commissario, Stefano Masini dirigente della Coldiretti ha detto: ”La valutazione di recuperare soglie, o tolleranze tecniche, per la legittima immissione sul mercato di mangimi ogm non autorizzati, avra’ probabilmente conseguenze diverse sulle filiere zootecniche dei singoli Paesi. Riteniamo pero’, ha aggiunto, che unica debba essere la scelta di assicurare la piena trasparenza nell’informazione ai consumatori e la completa rintracciabilita’ ai fini della sicurezza dei prodotti”. (ANSA).

Tags: ,

Un Commento in “Ogm: in arrivo una proposta limitata ai magimi”

  • Pierluigi scritto il 17 settembre 2010 pmvenerdìFridayEurope/Rome 13:08

    Scusate tanto, ma pur essendo in possesso di un diploma di scuola media superiore, trovo una certa difficoltà nel decifrare alcuni passi di questo articolo, o meglio le reali intenzioni di chi (il Sig. John Dalli) ha pronunciato certe parole.
    Probabilmente ho avuto cattivi docenti o forse è passato talmente tanto tempo che non sono più in grado di capire ciò che leggo.
    Ad esempio qui :‘’senza modificare il metodo di tolleranza zero per gli Ogm non autorizzati, ma rendendolo piu’ operativo”..qualcuno mi chiarisce il concetto per favore?
    Se la tolleranza è zero non si vede come sia possible importare mangimi o materie prime per produrli che risultino OGM.
    Senza menare ulteriormente il can per l’aia mi pare che quel che di deve dedurre dal bell’articolino di cui sopra sia questo: tu contadino europeo per il momento l’OGM te lo scordi (continuerai a combattere contro diabrotiche, piralidi e malerbe con i mezzi che hai usato finora…costosi e non sempre efficaci) ma dato che è necessario rendere competitivo il settore zootecnico si dia facoltà a mangimisti e allevatori di utilizzare materie prime OGM o mangimi da esse derivati.
    A casa mia si chiama presa per il culo, non so da voi…
    Saluti

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.