Ogm: la Cia chiede un decreto in milleproroghe per bloccare le coltivazioni

”Un decreto da inserire subito nel ‘Milleproroghe’ che blocchi coltivazione e commercializzazione di Ogm e la predisposizione di un Piano per le colture proteiche”. E’ quanto sollecita il presidente della Cia-Confederazione italiana agricoltori Giuseppe Politi, che rinnova le critiche alla decisione del Consiglio di Stato di autorizzazione del mais ogm, ribadendo che l’agricoltura italiana non ha bisogno di biotech. ”Su un argomento cosi’ importante e che coinvolge la vita dei cittadini, occorre aprire subito un confronto – aggiunge Politi – a cominciare da Regioni e agricoltori, perche’ ogni decisione in una materia di portata economica ed etica come questa va presa dopo una consultazione popolare”. Politi ha ricordato che la sua contrarieta’ agli Ogm non e’ ideologica. ”Siamo convinti che in Italia ed in Europa sia possibile produrre colture proteiche libere da Ogm, con beneficio per ambiente e salute, nonche’ per migliorare il reddito degli agricoltori e degli allevatori”. Il presidente infine ha ricordato che da tempo l’organizzazione chiede che nell’Ue e in Italia si predisponga un Piano europeo e nazionale per le colture proteiche, essendo inammissibile che il prodotto fornito agli allevamenti sia per il 90% soia di importazione, spesso geneticamente modificata in quanto piu’ economica. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.