Ogm; le Regioni chiedono linee guida


”Prima i ‘fatti del Friuli’ di fine agosto, adesso la contaminazione di alcuni campi in Svezia con una patata Ogm illegale: i timori rimangono di allarmante attualita”’. Il coordinatore nazionale per le politiche agricole e assessore alle risorse agroalimentari della Regione Puglia, Dario Stefano, si dice preoccupato dai ricorrenti episodi di coltivazione illegale Ogm che ”in Italia rischierebbe di avere un effetto devastante per il depauperamento della biodiversita’, un patrimonio inestimabile che necessita, al contrario, di essere tutelato e valorizzato”. ‘Come Sistema della Regioni – prosegue l’assessore Stefano – siamo da tempo impegnati in un confronto con i ministeri competenti al fine di adottare strumenti che consentano la coesistenza tra colture convenzionali, biologiche e quelle geneticamente modificate”. ”Auspico che sia presto definita – aggiunge – un’intesa sulle Linee Guida di coesistenza, fortemente condivise tra il livello nazionale e quello regionale”. ”Restando all’episodio italiano di fine agosto, e’ opportuno specificare – spiega Stefano – che la semina del mais e’ stata effettuata violando il D.Lgs. 24 aprile 2001 n.212, per il quale la messa in coltura di OGM deve essere autorizzata con decreto interministeriale, previo parere di una commissione tecnica. Erano, dunque, fondate le preoccupazioni che i pollini del mais geneticamente modificato seminato illegalmente potessero ‘inquinare’ altre coltivazioni. Quanto accaduto ieri in Svezia e’, purtroppo, una conferma”. ”Sul piano dei controlli, infine, – conclude Stefano – le Regioni stanno intensificando l’azione sistematica di prevenzione sulle coltivazioni di Ogm prive di autorizzazioni, sollecitando al contempo la magistratura ad attivarsi in tutti i casi in cui sia necessario. Proprio ai fini del controllo, il Coordinamento delle Regioni sta lavorando alla revisione del Decreto interministeriale riguardante l’attivita’ di vigilanza ai sensi del decreto legislativo 224/2003”.(ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.