Ogm: Parlamento Ue chiede moratoria nuove autorizzazioni

UE ParlamentoIl Parlamento Ue ha chiesto oggi alla Commissione di non autorizzare l’importazione di due prodotti biotech, tra cui il mais NK603 X T25 tollerante al glifosato, e di astenersi inoltre dall’approvare qualsiasi altra autorizzazione all’importazione di Ogm destinati all’alimentazione umana e animale. Un blocco che, chiede Strasburgo approvando una risoluzione non vincolante, dovrebbe rimanere in vigore fino a che non verranno rivisti i procedimenti di decisione comunitari sui prodotti biotech. Recentemente la Commissione Ue ha approvato due Ogm, un mais della Monsanto e il NK603 X T25, che risulta tollerante all’erbicida glifosato, sotto accusa da parte dell’Oms perché considerato cancerogeno ma non dall’agenzia Ue Efsa. Dietro la battaglia su questi due prodotti si gioca però la guerra più amplia sulla procedura di autorizzazione. A fine ottobre la stessa plenaria del Parlamento Ue ha bocciato la proposta dell’esecutivo comunitario di nazionalizzare la decisione di importare o meno Ogm destinati all’alimentazione umana e animale e invitato il gabinetto Juncker a proporre un nuovo sistema per le autorizzazioni all’import del biotech su scala europea (la coltivazione viene approvata su scala nazionale). La Commissione ha però negato di voler proporre altre soluzioni, lasciando sul tavolo o la nazionalizzazione o il modello attuale che di fatto, vista l’impossibilità degli Stati membri a raggiungere una maggioranza qualificata pro o contro gli Ogm, lascia allo stesso esecutivo comunitario la decisione finale. Il voto di oggi del Parlamento, non vincolante, rafforza di fatto la posizione espressa dalla plenaria a ottobre per una revisione dell’intero processo di autorizzazione. (ANSA)

Tags:

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.