Ogm: Slow Food, il documento delle Regioni è migliorabile

ogm 4
”E’ ancora fortemente migliorabile il documento in materia di coesistenza, che la Conferenza Stato Regioni e’ chiamata ad approvare” in settimana. Lo afferma il presidente di Slow Food Italia, Roberto Burdese, che invita in particolare gli assessori regionali all’Agricoltura e all’Ambiente a ”non affrettare un processo di integrazione e perfezionamento che ha gia’ portato, dalla bozza iniziale, a un documento, quello attuale, certamente piu’ condivisibile”. ”I giochi non sono ancora conclusi e occorre essere molto cauti – afferma Burdese – e utilizzare tutto il tempo necessario prima di accogliere un provvedimento che dovra’ definire le modalita’ di coesistenza in un Paese come l’Italia, con superfici agricole ridotte e parcellizzate, tra agricoltura convenzionale o biologica e coltivazioni Ogm. E’ una materia, quella del vivente, sulla quale non si puo’ tornare indietro se si fanno errori; questa e’ la ragione per cui e’ bene non consentire zone d’ombra”. ”Particolare cautela” occorre osservare, secondo Slow Food Italia, per quanto riguarda le aree interessate dalle produzioni a denominazione d’origine protetta, che sono non solo un vanto culturale per il nostro paese, ma un elemento importante del mercato dell’agroalimentare. ”D’altro canto – continua Burdese – questo rischio sembra essere chiaro agli estensori del documento, che prevedono procedure di risarcimento economico per i produttori convenzionali o bio i cui campi fossero contaminati da Ogm facendo abbassare in questo modo il prezzo del loro prodotto. Prima di deliberare sulle modalita’ per coltivare prodotti Ogm meno redditizi degli attuali, bisogna essere certi che chi lo vuole fare non danneggi nessuno. Da anni chiediamo alla scienza che si occupa di Ogm di non essere frettolosa; oggi lo chiediamo anche alla politica: non e’ opportuno accorciare i tempi di deliberazioni tanto importanti. Il mercato puo’ attendere affinche’ il provvedimento che verra’ infine varato dia piene garanzie all’ambiente, all’economia e al consumatore”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.