Ogm: soddisfazione di Coldiretti e delle associazioni del biologico per divieto mais

mais 3
”L’Italia si conferma leader nella battaglia contro gli Ogm, in linea con le sue caratteristiche di Paese produttore di un’alimentazione diversificata e di alta qualità. Complimenti al governo che, subito dopo l’approvazione della direttiva europea che sancisce la libertà degli Stati membri di vietare o meno la coltivazione di Ogm, tiene fede a un impegno preso, di salvaguardia della nostra biodiversità e del nostro made in Italy”. Le tre associazioni rappresentative del biologico in Italia – Aiab, FederBio e Associazione per l’agricoltura biodinamica – esprimono la loro soddisfazione dopo il decreto che sancisce il divieto di coltivazione di mais Ogm Mon810, prorogando per un altro anno e mezzo il divieto. ”Ci auguriamo che il divieto divenga presto a tempo indeterminato – concludono – mettendo una volta per tutte il nostro Paese al riparo da contaminazioni transgeniche e preservando definitivamente la produzione biologica e di qualità”. Soddisfazione anche da parte di Coldiretti secondo cui ”La positiva decisione di mantenere in Italia il divieto di coltivare Ogm come chiedono quasi otto italiani su dieci è un ottimo biglietto da visita per il made in Italy alimentare in vista dell’Expo”. Lo afferma il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo a proposito della firma del decreto che sancisce il divieto di coltivazione di mais Ogm MON810 (una proroga, per un periodo di altri 18 mesi, del divieto già emanato con il precedente decreto interministeriale del 12 luglio 2013). ”Si tratta di una esigenza – sottolinea Moncalvo – in attesa del via libera finale alla direttiva europea che consentirà ai Paesi membri dell’Ue di limitare o proibire la coltivazione di Ogm sul territorio nazionale, anche se questi sono autorizzati a livello europeo. Per l’Italia gli Organismi geneticamente modificati in agricoltura – continua Moncalvo – non pongono solo seri problemi di sicurezza ambientale, ma soprattutto perseguono un modello di sviluppo che è il grande alleato dell’omologazione e il grande nemico del made in Italy”. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.