Ogm: Tribunale Ue ‘bacchetta’ Commissione, ostacola decisione

mais 1Il Tribunale dall’Ue ‘bacchetta’ la Commissione europea per non avere sottomesso al Consiglio dell’Unione una proposta di messa in coltura del mais Ogm 1507 della Pioneer. La sentenza, pronunciata dal Tribunale europeo lo scorso 26 settembre, ma individuata oggi, dichiara la Commissione europea “inadempiente” in quanto non ha rispettato i tempi previsti dalla normativa comunitaria per fare avanzare la procedura europea di autorizzazione. Bruxelles si è difesa replicando di aver dovuto prendere in considerazione il fatto che il Comitato di autorizzazione degli Ogm (che riunisce gli Stati membri) non è riuscito ad esprimere, il 25 febbraio 2009, nessuna maggioranza a favore o contro il dossier. Successivamente Bruxelles ha ricordato di aver presentato nel 2010 una proposta al Consiglio Ue per regolamentare il settore lasciando liberi gli Stati membri di coltivare o meno gli Ogm. E ha fatto anche valere che sulla base del parere scientifico espresso nell’ottobre del 2011 dall’Efsa, l’Autorità per la sicurezza alimentare, la proposta avrebbe dovuto essere modificata e sottoposta nuovamente al Comitato di regolamentazione degli Ogm. La difesa della Commissione non ha convinto il Tribunale Ue che tuttavia può solo accertare la violazione degli obblighi che incombono all’Esecutivo, ma non può sostituirsi a lui per adottare con sentenza quelle disposizioni. Bruxelles ha due mesi per decidere se ricorrere alla Corte di giustizia europea. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.