Ogm: Ue discute su due nuovi mais biotech


I 27 Stati membri dell’Ue sono divisi sul via libera all’importazione e trasformazione in Europa, di due tipi di soia Ogm: ‘Mon 87701 e 356043’. Il Comitato europeo della catena alimentare e animale, in cui sono presenti i rappresentanti nazionali del settore, non è riuscito infatti a riunire né una maggioranza a favore, né una maggioranza contraria, sulle proposte della Commissione europea di autorizzare i due tipi di soia transgenica, a fini alimentari e per la produzione di mangini. I due dossier passeranno ora al nuovo Comitato d’appello europeo introdotto dal Trattato di Lisbona, che rappresenta la fase finale nella procedura di autorizzazione all’immissione sul mercato di prodotti alimentari Ogm. Così, al pari di quanto avveniva prima al Consiglio dei ministri dell’Ue, se in appello i rappresentanti dei 27 riuniscono una maggioranza qualificata di voti a favore, il dossier passa; se al contrario la maggioranza qualificata è contraria, la proposta viene respinta. Ed infine, in mancanza di una maggioranza favorevole o contraria, è la Commissione europea che decide sulla propria proposta. Oggi inoltre, è stato esaminato un ogm obsoleto di semi di colza (Ms1xRf1, Ms1xRf2 e Topas 19/2) non più utilizzato ma le cui tracce potrebbero essere ancora presenti in altri Ogm. Per questo l’Ue ha deciso di prorogare di ulteriori cinque anni le ricerca sulla presenza di eventuali tracce.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.