OI Gran Suino italiano, servono norme ambientali condivise

maiali4“Da anni le aziende agricole pagano un prezzo troppo alto per contenere l’impatto ambientale, ora è necessario che queste norme vengano in primis concertate e condivise con gli allevatori”. E’ l’appello dell’OI Gran Suino italiano rivolto oggi alla Regione Emilia Romagna, durante il convegno “Ambiente e Sanità nella filiera suinicola italiana”.
“Occorre inoltre rilanciare – prosegue la prima interprofessionale zootecnica italiana promotrice dell’incontro – le iniziative volte all’utilizzazione dei reflui zootecnici come elemento d’arricchimento della sostanza organica del terreno, proprio per il loro valore fertilizzante”.
“Bene lo studio dell’ISPRA che evidenzia il basso impatto della zootecnia in relazione all’inquinamento dei nitrati. Auspichiamo pertanto – rimarca il presidente dell’OI Gran Suino italiano, Guido Zama – che la metodica utilizzata dall’Ispra, passi dalla fase sperimentale alla fase applicativa e diventi lo strumento per monitorare l’inquinamento dei nitrati. L’obiettivo è che tale metodica, venga poi adottata nell’individuazione delle aree vulnerabili. Al contempo le amministrazioni regionali devono tener conto di questi risultati, modificando l’atteggiamento negativo avuto sin d’ora nei confronti delle imprese zootecniche”.
Affrontando nel dettaglio la tematica della normativa sanitaria applicata agli allevamenti suinicoli, il presidente dell’OI ha poi osservato: “Gli allevatori si aspettano una maggior semplificazione e un sistema di controllo che sia gestito in maniera meno burocratica. Che non sia inquisitorio bensì collaborativo. In un momento di crisi come quello che stiamo attraversando, è fondamentale instaurare un nuovo modo di confronto tra Asl e allevatori, indirizzato a costruire insieme politiche sanitarie sostenibili e gestibili. Infine, bisogna creare in tutt’Italia quelle condizioni sanitarie indispensabili per poter esportare nei Paesi Terzi, come ha dichiarato anche l’Assessore all’Agricoltura della Regione Emilia Romagna, Simona Caselli”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.