Olio:-8% produzione Italia, impatto negativo meteo e batteri

olive raccoltaMentre si concludono le operazioni di raccolta delle olive, le stime provvisorie indicano che la campagna 2013-2014 registrerà un calo produttivo dell’8% sul 2012 degli oli d’oliva di pressione, a quota 480mila tonnellate. Le stime sono state diffuse dalle organizzazioni dei produttori Aifo, Cno e Unapropl in collaborazione con Ismea in un incontro al ministero delle politiche agricole. I produttori, che hanno lamentano l’impatto negativo sulle rese del caldo umido di settembre ed ottobre che ha favorito gli agenti patogeni, nonchè l’emergenza del batterio Xylella fastidiosa in Salento, hanno quindi rivolto un appello al sottosegretario del Mipaaf Giuseppe Castiglione per ottenere aiuto dal governo a fronte di una accentuata discesa dei prezzi. Difatti sulle quotazioni dell’extravergine, in calo del 3,6% sull’anno scorso, a 2,80 euro al kg, influisce il boom produttivo registrato dalla Spagna. Perciò il presidente del Cno, Gennaro Sicolo, chiede al governo di mettere al centro il settore nell’erogazione degli aiuti accoppiati della Pac. Intensificare la lotta alla contraffazione e valorizzare i frantoi nazionali è la richiesta del presidente dell’Aifo Piero Gonnelli, mentre il presidente di Unaprol Massimo Gargano chiede di sensibilizzare sempre di più il consumatore, rendendo chiara la differenza tra l’extravergine qualità dei produttori artigianali italiani e quello che va a finire nelle bottiglie delle industrie “dove la buona metà non è sicura sotto il profilo alimentare perche’ viene fatta incetta all’estero di oli lampanti trasformati poi in extravergine attraverso processi chimici”. Le associazioni dei produttori hanno anche chiesto a Castiglione di andare avanti sulla legge Mongiello ‘salva olio’ che tutela il prodotto nazionale di qualità e che sta invece suscitando l’opposizione dell’industria. Il sottosegretario Castiglione ha dichiarato comunque l’impegno del governo ad “andare avanti” sulla legge, perchè “la qualità rappresenta la nostra carta vincente sui mercati internazionali”. “Purtroppo – aggiunge Castiglione – gli ultimi dati ci dicono che quest’anno ci troveremo davanti ad alcune difficoltà oggettive nella produzione oleicola, dovuti a particolari condizioni atmosferiche che si sono verificate nel nostro Paese. Affronteremo ogni questione e lo faremo in tempi celeri”. “Nell’ambito della nuova programmazione europea – prosegue il sottosegretario – avremo diversi strumenti a nostra disposizione, che in passato hanno funzionato, per favorire la crescita del settore oleicolo. Dovremo essere in grado di sfruttarli e di utilizzare adeguatamente le risorse. Così come dovremo portare avanti un programma di educazione per i giovani, portando l’olio nelle scuole e facendo conoscere questo straordinario prodotto. La lotta alla contraffazione, inoltre, è un altro fronte sul quale continueremo con tenacia a batterci per garantire la qualità e l’eccellenza del Made in Italy e del nostro olio”. (ANSA)

Tags:

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.