Olio: Assitol, prudenza nel valutare indagini mondo oleario

olioppAssitol, l’associazione che rappresenta il settore industriale, all’indomani dell’annuncio dell’inchiesta della Procura di Torino, invita alla cautela e puntualizza alcune incongruenze. ”E’ inesatto parlare di extravergine “taroccato” o di contraffazione – afferma Angelo Cremonini, presidente del Gruppo Oliva dell’associazione – se sono in corso verifiche tese a dimostrare che lotti di olio commercializzato come ‘extravergine’ siano invece di olio vergine, vale a dire la macro-categoria di cui fa parte l’extra – sottolinea Cremonini -. Basta una disattenzione nella conservazione del prodotto, come un poco di luce o un eccesso di calore, perché nell’extra gli assaggiatori possano cogliere un minimo difetto, tale da classificare l’olio semplicemente come vergine”. Al riguardo, l’organizzazione degli imprenditori del settore ricorda di aver proposto alla Commissione anti-contraffazione della Camera dei deputati, “controlli in uscita dai frantoi e in uscita dagli stabilimenti industriali, che consentirebbero un’adeguata prevenzione e di capire quanta responsabilità sul peggioramento della qualità di prodotto sia da attribuire ad una cattiva conservazione nel trasporto o nella distribuzione”. “Attendiamo con fiducia il proseguo delle indagini nel corso delle quali spetterà ad ogni azienda coinvolta dimostrare la qualità dei propri prodotti – chiosa Cremonini – per ora, oltre alle accuse presenti sui media, conosciamo la serietà di molti marchi storici italiani, grazie ai quali, da molti decenni, la nostra produzione olearia ha meritatamente conquistato un ruolo di leadership nel mondo”.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.