Olio: Catania, a gennaio attendiamo nuova etichetta europea


Il ministro per le politiche agricola e la pesca, Mario Catania, attende il via libera, entro gennaio, della nuove regole europee sull’imposizione in etichetta dei caratteri sull’origine dell’olio di oliva. “E’ un tema annoso” ha detto Catania, ricordando che alcuni anni fa l’Italia ha ottenuto l’indicazione obbligatoria dell’origine dell’olio d’oliva in etichetta, ma poi “gli operatori – ha spiegato – hanno in molti casi vanificato la norma ricorrendo a caratteri illeggibili che vanificano completamente l’informazione al consumatore”. Il commissario europeo all’agricoltura Dacian Ciolos, ha accolto quindi la richiesta dell’Italia, proponendo lo scorso 23 ottobre una nuova proposta in cui, tra gli elementi più importanti, c’è l’obbligo di riportare sull’etichetta dell’olio d’oliva l’origine del prodotto con caratteri di mezzo centimetro nel campo visivo principale. La decisione deve essere presa dal Comitato europeo di gestione, che riunisce i rappresentanti degli Stati membri e della Commissione Ue per il settore. Così, se la proposta verrà accolta, sulla bottiglia da un litro di olio d’oliva l’origine apparirà con un carattere di 5 millimetri e di due millimetri sulle bottiglie più piccole.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.