Olio: Confagricoltura, aperte barriere senza valutare impatto

olio 1
“C’è una apertura incondizionata delle barriere dal punto di vista agricolo, senza una valutazione dell’impatto reale sui nostri sistemi, senza una pretesa di reciprocità, senza che gli accordi siano ‘win win’, cioè vincenti per entrambe le parti, sacrificando questi accordi in virtù di altri obiettivi politici ed economici”. Lo ha detto il presidente di Confagricoltura, Mario Guidi, conversando con l’ANSA a Berlino in occasione di Fruit Logistica. Parlando della decisione dell’Ue di agevolare l’ingresso in Italia di olio tunisino, e della reazione del governatore pugliese Michele Emiliano, secondo il quale questa scelta danneggerà l’olivicoltura italiana, Guidi ha detto che “l’effetto sarà quello” ma “la genesi è tutt’altra”. Perchè, ha spiegato riferendosi all’apertura “incondizionata delle barriere dal punto di vista agricolo”, questa “riguarda l’olio della Tunisia, gli agrumi del Marocco che possono essere importati anche se usano prodotti fitosanitari diversi. Quindi il problema è ancora peggiore di quello che dice il presidente Emiliano”. “L’Italia – ha rilevato – si deve affermare di più in Europa, questo è evidente. Noi abbiamo scritto a tutti i parlamentari europei, solo pochi di loro ci hanno risposto. E quindi la coscienza europeista dell’Italia ora paga dazio. E quando si dice che l’Italia non deve stare in Europa si delegittimano i nostri europarlamentari”. “D’altronde – ha concluso – noi viviamo il frutto del fatto che abbiamo preferito posizionare molti uscieri piuttosto che pochi burocrati. E adesso ne paghiamo le conseguenze”.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.