Olio extravergine: Cia Puglia denuncia speculazioni sui prezzi

“I bassi prezzi delle olive da olio di questi giorni non hanno alcuna giustificazione, perche’ abbiamo una carenza di olio extravergine di oliva a livello nazionale, e quindi siamo di fronte esclusivamente ad una speculazione fatta da commercianti, industriali, imbottigliatori, e dal “sistema della trasformazione”, con i frantoi oleari che sono sempre piu’ forti nel processo produttivo e speculativo”. A denunciarlo e’ il presidente della Confederazione italiana agricoltori di Puglia Antonio Barile sottolineando che “la speculazione in Puglia sui prezzi dell’olio extravergine di oliva sta determinando risvolti negativi nei confronti delle aziende olivicole pugliesi che producono olio di eccellente qualita’, e sta mettendo in ginocchio un comparto che registra una crisi economica senza precedenti”. La Cia Puglia chiede, in ogni caso, che l’olio extravergine venga veramente tutelato, e propone l’abbassamento del parametro degli Alchil Esteri da 75 mg/kg a 30, in modo da non consentire le miscele fraudolente con olio lampante, che ancora viene utilizzato sul mercato. L’olivicoltura in Puglia, interessa 360 mila ettari, con l’impiego di 9 milioni di giornate lavorative ed una produzione lorda vendibile di quasi 300 milioni di euro. (AGI)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.