Olio: in Puglia al via un progetto contro la mosca delle olive


La Puglia è la principale regione olivicola italiana con i suoi 377.000 ettari di uliveto ma questa ricchezza può essere messa a rischio da un piccolo insetto, la mosca delle olive, che può danneggiare la qualità e influire apportando difetti organolettici. A fronteggiare la situazione c’è un progetto di assistenza tecnica realizzato da Assoproli grazie alla compartecipazione tecnico-finanziaria della Regione Puglia e della Province di Bari e Barletta-Andria-Trani. Un’iniziativa – è stato spiegato oggi durate una conferenza stampa di presentazione – rivolta agli olivicoltori: prevede il monitoraggio dell’insetto, che fa comparsa tra i campi tra la fine di agosto e la metà di novembre, e la divulgazione settimanale dei risultati attraverso un bollettino fitosanitario riferito a cinque aree territoriali omogenee, per consentire di determinare l’entità dell’infestazione e fornire informazioni sull’eventuale uso di prodotti fitosanitari. Il sostegno di Regione e Province – è stato spiegato – ha consentito di dar vita al monitoraggio nonostante il venir meno della componente europea, visto che a partire dalla campagna olivicola in corso, l’attività non è più finanziabile nell’ambito dei programmi di assistenza tecnica realizzati in base al regolamento europeo del 2008. “Come Assoproli rappresentiamo circa 37-40.000 produttori con 17 cooperative olivicole – ha detto Francesco Guglielmi, presidente Assoproli Bari – siamo in un territorio in cui facciamo un prodotto di qualità e non avere quest’anno il finanziamento della Comunità Europea per il Programma contrastava con la nostra missione”. Da parte sua il presidente della provincia di Bari, Francesco Schittulli, ha ricordato che “dobbiamo tutelare e garantire la qualità del nostro prodotto, e la Provincia di Bari sostiene per questo il progetto di Assoprol. Nello stesso tempo le istituzioni devono restare allerta sulle facili importazioni di olio che non hanno le caratteristiche organolettiche del nostro prodotto”.

Un Commento in “Olio: in Puglia al via un progetto contro la mosca delle olive”

  • rino scritto il 20 settembre 2012 pmgiovedìThursdayEurope/Rome 15:47

    voi vi preocupate delle mosche …! ma non vi preoccupate del prezzo del prodotto in vendita,dove la lobbi delle previsioni ed interventi a garantire il buon prodotto . il buon prodotto lo suda l’agricoltore o il piccolo agricoltore dove nella nostra regione prevalgono i piccoli appezzamenti dove aiuto non ce e lo si determina irrorando acqua concimi fitofarmaci tutto a spese dell’agricoltore , dovreste incentivare i vostri progetti cercando di non far avanzare l’aridita’ del terreno nel progetto su esposto pendere il risultato del raccolto solo per coprire le spese dell’acqua

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.