Olio: in Sicilia più produzione e prezzi in calo


“Con circa 52 mila tonnellate la Sicilia si piazza al terzo posto nella produzione di olio d’oliva dopo la Puglia e la Calabria. Un comparto, quello olivicolo, che rappresenta il fiore all’occhiello dell’agricoltura siciliana ma anche non trova una remunerazione adeguata”. Lo dice la Coldiretti siciliana che denuncia il crollo del 30% del prezzo alla produzione. “Importazioni e frodi provocano un ribasso dei prezzi che sta acuendo la crisi dei imprenditori olivicoli”, affermano il presidente e il direttore della Coldiretti regionale, Alessandro Chiarelli e Giuseppe Campione, in riferimento all’ennesima operazione del Nas che ha scoperto in Toscana, Emilia Romagna e Lazio circa 500.000 litri di olio extra vergine di oliva contraffatto da parte di un’organizzazione che reperiva anche in ambito internazionale (Spagna e Maghreb). “Anche la Sicilia – proseguono – paga l’altissimo prezzo delle frodi perché un olio contraffatto che costa al consumo meno di un euro è un colpo inferto ai produttori dell’Isola che proprio sulla qualità e sulla sicurezza hanno investito. Negli ultimi anni al produttore agricolo sono andati solo pochi centesimi in più mentre, a livello nazionale è aumentato in modo spropositato la percentuale delle importazioni: negli ultimi vent’anni +163% “.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.