Olio: interprofessione, serve più unità nella filiera


Occorre un salto di qualità nell’unità della filiera per affrontare i problemi dell’olivicoltura, a partire dalla trasparenza delle etichette e dai controlli. E’ il messaggio di Cno, Aipo, Unasco, Frantoiani d’Italia, Lega delle Cooperative, AgiciAgrital, Cia, Confagricoltura, Copagri, Assitol, Federolio, le strutture dell’interprofessione olivicola che di sono riunite oggi a Roma. In particolare sui controlli, secondo le organizzazioni occorre una regia illuminata che eviti danni all’imprese per imperizia o per poca conoscenza della materia da parte degli organi preposti alle ispezioni. A questo proposito, si sono dette disponibili a dare al ministero delle Politiche Agricole tutta la collaborazione possibile, programmando per il 24 giugno una giornata per sperimentare la funzionalità dell’impostazione data dall’Agea attraverso il Sian, dei registri telematici, elementi importanti nell’azione di controllo da parte della struttura pubblica.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.