Olio: premio Sirena d’Oro

olio6Gli oli extravergine Dop Garda, Dop Canino, nell’alto Lazio, e Dop Sardegna sono i vincitori dell’11/ma edizione del Premio Sirena d’Oro, il concorso nazionale che da quest’anno fotografa la qualità delle produzioni olearie sia Igp che Dop, su iniziativa della Città di Sorrento in collaborazione con Unaprol e FederDop Olio. Gli oli in gara quest’anno sono stati 178, in rappresentanza di 37 aree Dop e Igp. Primo classificato tra i fruttati leggeri l’azienda agricola trentina Riva del Garda, Dop Garda Trentino. Al vertice della classifica dei fruttati medi un’azienda in rosa del Lazio: l’azienda agricola Laura De Parri, Dop Canino. Tra i fruttati intensi invece il primo classificato è la cooperativa agricola Olivicoltori Valle del Cedrino, Dop Sardegna. “Dal Garda alla Sicilia e Sardegna – ha sottolineato il presidente di FederDop Silvano Ferri – tra i 15 finalisti prevalgono giovani, laureati e donne imprenditrici”. La consegna dei premi avverrà a Sorrento in occasione delle terza edizione della Borsa Valori del territorio, kermesse in programma nel centro antico della località campana dal 25 al 28 aprile. In quei giorni, sempre a Sorrento, si terrà il congresso dell’Associazione Frantoiani Oleari (Aifo), come annunciato dal presidente Giampaolo Sodano, che rappresenta 4mila aziende artigiane. “Il Sirena d’Oro è un momento di lustro per la Campania che vanta 74mila ettari destinati all’olivicoltura” ha detto l’assessore regionale Daniela Nugnes annunciando che la Regione Campania sta organizzando una fiera internazionale dell’olio, Olivitaly, per far meglio conoscere questo prodotto-gioiello della Dieta Meditarrenea all’estero. “Il settore va sostenuto – ha chiesto il presidente di Unaprol Massimo Gargano – perché rappresenta esempio di legame col territorio e simbolo del Made in Italy”. “i prodotti di qualità – ha detto il presidente della Commissione Agricoltura della Camera Paolo Russo – evocano bellezza, tradizioni e passione che trovano in Sorrento uno scenario ineguagliabile”. “Da questi presupposti parte la legge ‘Salva-olio’, approvata in extremis prima dello scioglimento delle Camere, che non solo tutela le produzioni italiane ma le rende più competitive sui mercati internazionali” hanno ricordato Russo e la neodeputata Colomba Mongiello.(ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.