Olio: Unaprol a Ue, serve etichetta per diradare nebbie su alchilesteri

olio e olive
Campagna di raccolta olivicola in corso in tutta Italia, ma da Bruxelles non giungono ancora buone notizie su etichettatura, alchil esteri e norma anti-rabbocco. “Nebbie che sarebbe opportuno diradare – afferma Massimo Gargano, presidente di Unaprol – per dare alle imprese un quadro di certezze normativo più chiaro che non costa nulla al contribuente europeo e dà stabilità al settore”. Mentre si attendono le stime produttive che saranno diramate ufficialmente il 14 novembre al Mipaaf, Bruxelles – rileva Unaprol – non ha ancora sbloccato le vicende legate ad alcuni rilievi mossi al progetto di legge della cosiddetta legge salva olio Made in Italy. I servizi della Commissione – osserva Unaprol – avevano promosso sulla proposta di articolato normativo una procedura di “stand still”. Procedura che secondo alcune interpretazioni giuridiche molto generose avrebbe poi impattato con la norma entrata successivamente in vigore e meglio conosciuta come “legge Mongiello”; anche se la procedura di stand still non la riguardava in quanto i rilievi erano stati elevati al progetto di legge e non alla legge poi entrata in vigore. “Le procedure di Bruxelles non vanno sottovalutate e non dobbiamo mai abbandonare il campo – avverte Gargano – che auspica di rafforzare il giorno di squadra dell’Italia in tutte le sedi comunitarie ed intergovernative perché errori grossolani come la retromarcia sulle norme anti-rabbocco non abbiano più a ripetersi. Errori per i quali, a campagna olivicola già avviata, si dovrà intervenire a livello di Stato membro per garantire il vuoto legislativo creato da Bruxelles, che sulle norme anti-rabbocco, ha deciso di non decidere alimentando il clima di confusione tra i consumatori”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.