Olio: Unaprol, il 30% del settore è donna

olive nuova
Aumentano le donne titolari di aziende olivicole che rappresentano ormai il 30% dell’imprenditoria agricola del Paese, il 19% con laurea. A dirlo è un monitoraggio dell’Unaprol condotto su un campione di 800 persone, presentato in un convegno organizzato da Pandolea, associazione delle imprenditrici dell’olio extra vergine di oliva, a Tuttofood di Milano. La ricerca traccia il profilo delle imprenditrici olivicole a livello nazionale e territoriale, da cui si scopre che il 45% possiede un diploma di scuola media superiore, il 22% ha la licenza media inferiore, il 19% una laurea e solo il 13% la licenza elementare. A livello nazionale il 26% del campione, sopratutto al Sud, dichiara di aver seguito corsi di formazione; i temi più seguiti sono la gestione economica ed agronomica ma anche corsi di marketing e di commercializzazione, e questo in particolare in Umbria (54%), Lombardia (50%) e Basilicata (13%). “Le donne – commenta Loriana Abbruzzetti, presidente di Pandolea – sono molto più recettive nei confronti della multifunzionalità intesa come attività complementari di reddito che permettono di unire l’agricoltura post moderna con le nuove esigenze della collettività”. Il 22% delle imprenditrici olivicole, infatti, svolge anche attività agrituristica e nel 7% dei casi unisce a questo esercizio anche un’attività di ristorazione.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.