Olio: Unaprol, produzione in calo ma di qualità

Olive
Anno difficile il 2014 per l’olivicoltura italiana, ma nel mondo la domanda del vero made in Italy è in aumento. Lo ha detto David Granieri, presidente di Unaprol alla conferenza stampa di presentazione di Vinitaly e Sol&Agrifood, che si terrà a Verona dal 22 al 25 marzo. Secondo l’Osservatorio Unaprol, la produzione olivicola 2014/2015 cala anche rispetto alle prime stime di novembre, visto che i volumi non supererebbero le 235 mila tonnellate. Crescono, invece, gli scambi: nel periodo gennaio-ottobre il saldo della bilancia commerciale si conferma positivo con 23 milioni di euro, con un import di 528 mila tonnellate per un valore di 1.121.364 euro e un export ammonta di 349 mila tonnellate pari a 1.144.600 euro. Bene anche la bilancia commerciale di olio extra vergine e vergine, che segnano +13% in volume e +2% in valore. Sul fronte estero, l’Italia, ricorda ancora Unaprol, detiene una posizione leader di mercato in molti Paesi: negli Usa ha il 47%, in Austria il 44%, in Canada il 70%, in Corea è al secondo posto con il 19% segano una crescita de 43% rispetto al 2013; secondo posto poi in Giappone con il 42%, primo posto invece ad Hong kong per quantità 74% e valore, mentre in Russia ha il 29% del mercato, con +33% rispetto al 2013. Secondo posto, infine, per l’Italia nel mercato indiano con il 25% delle quote nel primo semestre, mentre a Singapore ha il 43%.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.