Oltre 3 milioni di italiani vivono di rinunce

spesa La poverta’ alimentare aumenta anche a casa nostra, conseguenza anche della grave crisi economica mondiale: sono almeno 3 milioni gli italiani che hanno serie difficolta’ ad acquistare cibo di necessita’. Lo ha detto Marco Lucchini, direttore della Fondazione Banco Alimentare Onlus che con la sua attivita’ e piu’ di 100 mila volontari distribuisce cibo ogni giorno nel nostro Paese a oltre 1.300.000 poveri. ”La chiamiamo la poverta’ di ritorno – ha aggiunto – Sono tantissime le persone che fino a poco tempo fa non avevano problemi di questo genere ed ora si trovano costrette a chiedere un piatto caldo presso i nostri centri di distribuzione o alla parrocchia di quartiere”. A causare l’aumento della poverta’ alimentare, secondo Lucchini, sono ”la riduzione di reddito o una separazione dalla famiglia”, ma in difficolta’ si trovano anche le famiglie coi bambini piccoli e gli anziani. I problemi poi della malnutrizione hanno gravi conseguenze sui bambini: problemi di crescita di concentrazione e di obesita’, perche’ non e’ che non si mangia, ma si mangia male”. A tavola, i nuovi poveri rinunciano soprattutto a frutta e verdura, ma anche a carne e pesce. Restano pane e pasta, prodotti industriali da discount”. Piu’ del 60% sono cittadini italiani. Secondo Lucchini, ”nel Mezzogiorno ci sono piu’ bambini e quindi piu’ problemi, pero’ il resto della penisola si sta adeguando in peggio, con picchi nelle grandi citta’: chi vive in campagna ha qualche possibilita’ di inventarsi un pasto, in un appartamento di un centro urbano o fai la spesa o muori di stenti”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.