Oms, De Castro: rischioso criminalizzare la carne

De Castro ok“Di fronte all’allarme lanciato ieri dall’Oms torna centrale il tema dell’educazione alimentare. Serve maggiore consapevolezza dell’importanza di un’alimentazione corretta e bilanciata che, insieme a una idonea attività fisica, può sensibilmente migliorare le nostre condizioni di vita”. Così Paolo De Castro, coordinatore per il Gruppo dei Socialisti e Democratici della Commissione Agricoltura e sviluppo rurale del Parlamento europeo, interviene a commento dei dati diffusi ieri dall’International Agency for Research on Cancer (Iarc) dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, secondo i quali ci sarebbe una correlazione fra il consumo di carne lavorata e alcuni tipi di tumore. “È rischioso criminalizzare il consumo di carne in sé – prosegue De Castro -, perché è evidente che devono essere messe sotto esame frequenza e quantità dello stesso consumo. Una condanna senza distinzioni non permette una corretta informazione del consumatore e rischia di amplificare la logica perversa ed estremamente parziale di sistemi di etichettatura degli alimenti non corretti come, ad esempio, quello a semafori inglese. A Bruxelles stiamo lavorando per varare entro l’anno il nuovo Regolamento sull’Educazione alimentare – conclude De Castro -, un’opportunità storica per contribuire concretamente al miglioramento delle abitudini alimentari dei cittadini europei. In quest’ottica, sarà fondamentale promuovere e rilanciare la dieta mediterranea, della quale da sempre sosteniamo l’altissimo valore qualitativo e per la quale nel 2007, insieme al ministro spagnolo Spinosa, abbiamo avviato il percorso per il suo riconoscimento come patrimonio immateriale dell’Unesco arrivato nel 2010”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.