Operatori esteri soddisfatti da Macfrut

Macfrut 2010, in quanto rassegna dell’intera filiera ortofrutticola, si era posto degli obbiettivi: innovazione, internazionalizzazione e maggior attenzione ai consumi e al modo di comunicare. Dagli incontri, dai convegni e dalle considerazioni di tanti operatori è emerso che tali obbiettivi sono stati realizzati.
Soprattutto quello dell’internazionalizzazione, come confermano due dati oggettivi. Gli espositori esteri hanno raggiunto quota 21% con un +1,50% sul 2009, e i visitatori (tutti operatori) provenienti da oltreconfine sono stati il 21,9% del totale, con un incremento del +1,8% sul numero del 2009.
Inoltre, assieme alle impressioni e dichiarazioni di tanti operatori e visitatori, ci sono una serie di ulteriori dati che si ricavano dalle schede compilate da produttori ed operatori esteri che hanno preso parte agli incontri B2B.
Tali incontri sono organizzati con una preparazione che fa incontrare domanda ed offerta “su misura”, ovvero a seconda delle esigenze avanzate preventivamente sia dagli esponenti di aziende o enti stranieri sia dagli operatori delle imprese espositrici di Macfrut. Una formula che porta a concreti risultati, proprio perché nulla viene lasciato al caso o all’improvvisazione, fornendo invece efficienza e precisione, due doti che all’estero non sempre riconoscono all’Italia.
La valutazione degli incontri da parte degli ospiti stranieri, riportata sulle schede, è stata buona, come buona è stata la valutazione data ai partner italiani incontrati.
Per completare il quadro, va sottolineato che sono state molto apprezzate le visite alle aziende del territorio, predisposte nei giorni di Macfrut. Il gradimento degli operatori esteri deriva dall’aver potuto vedere dal vivo l’organizzazione del lavoro, comprendere come vengono preparati i prodotti. Interesse hanno suscitato anche le visite ai campi e ai reparti di confezionamento.
Ritornando agli incontri B2B, si può sostenere che le richieste e le contrattazioni si sono orientate fondamentalmente verso il prodotto fresco e i macchinari.
Ad esempio il fresco è stato più ricercato dalla Russia (soprattutto mele), Francia, Spagna e Germania (grande interesse per il kiwi). Maggior propensione verso le tecnologie e al know how italiani è venuto da chi proveniva da Turchia, Messico ed Arabia Saudita.
«Per questi incontri e per il concreto supporto dato alle attività del nostro Ufficio Estero -sottolinea Domenico Scarpellini, Presidente di Macfrut- devo ringraziare l’ICE (Istituto Nazionale per il Commercio Estero) e il Suo Presidente Vattani che ci sono da tempo vicini e graditi consiglieri».
Fra i tanti contatti intercorsi fra gli operatori al di fuori di quelli coordinati, si può citare che Pomonà (la grande catena distributiva francese che ha tenuto una convention a Macfrut) era particolarmente interessata a arancia rossa, kiwi e pera di qualità per il catering nelle mense scolastiche e nella ristorazione.
Macfrut ottiene successi anche quando partecipa a rassegne all’estero, come è stato per MPA, la maggior rassegna ortofrutticola degli Stati Uniti, tenuta a Orlando a metà ottobre.
La prossima trasferta sarà al “Food Fresh Gate” (27-29 novembre a Sharm el Sheik). Una trasferta che ha già creato molte aspettative. Ad esempio fra gli egiziani presenti a Macfrut ed anche nella “terra dei faraoni”.
Ahmed el Ariny, manager dell’IMC (Industrial Modernization Center – la struttura del Governo egiziano per finanziare progetti all’estero) ha sostenuto che molte imprese aspettano l’Ufficio estero a Sharm per avere precise informazioni sulla partecipazione alla rassegna di Cesena perché, conclude, «Macfrut ha una solida reputazione in Egitto».

Tags:

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.