Ortaggi Val Venosta: eccellenza ad alta quota

Ancora una stagione positiva per i produttori VI.P che in Val Venosta coltivano ortaggi di altissima qualità. “Il cavolfiore è il prodotto più tipico della nostra produzione estesa su un’area di 150 ettari nella zona di Lasa, Oris e Val Martello – spiega Reinhard Ladurner, direttore di ALPE, il quale gestisce la vendita delle verdure prodotte in Val Venosta. La cooperativa ALPE è una delle sette cooperative ortofrutticole associate VI.P, l’Associazione delle Cooperative Ortofrutticole della Val Venosta.
Quest’anno la raccolta dei cavolfiori, iniziata ai primi di giugno, si prospetta positiva: nonostante la crisi che ha colpito il settore ortofrutticolo, prevediamo di raggiungere entro i primi di ottobre, periodo nel quale termina la raccolta, circa 4.000 tonnellate. A queste vanno ad aggiungersi 300 tonnellate complessive delle altre verdure (quest’anno prevalentemente insalata iceberg e radicchio). Il clima fresco e ventilato è favorevole ad ottenere un cavolfiore con un‘infiorescenza eccellente: candida, compatta, dal profumo gradevole e non troppo intenso e dal tipico sapore genuino, un prodotto fresco e naturale sul quale ALPE svolge il controllo qualità secondo il protocollo sviluppato da VI.P. L’associazione da sempre si concentra su metodi di produzione certificati e naturali, che avvengono nella tutela e nel rispetto dell’ambiente e del consumatore finale, per garantire il massimo livello di qualità, sicurezza e naturalità. Questo sistema, unico in Europa, è caratterizzato da rigide norme e severi sistemi di controllo: dalla coltivazione alla consegna, il percorso qualità consente la rintracciabilità della merce fino ai produttori.”
Clima e ambiente. La Val Venosta è conosciuta in tutta Europa per la produzione di mele naturali, gustose e croccanti. Le condizioni climatiche che la caratterizzano, con oltre 300 giorni di sole all’anno, sono ideali non solo per la melicoltura ma anche per le colture orticole. Tra i 900 e i 1.600 metri la scarsa piovosità e l’alternanza di correnti d’aria fredda provenienti dai ghiacciai a quelle calde che giungono dal bacino del Mediterraneo, insieme alle giornate miti che si susseguono a notti fresche, regalano ai prodotti verdurieri della Val Venosta una inconfondibile freschezza, croccantezza e aroma tipici delle colture d’alta montagna. La produzione di verdura è particolarmente importante in quanto disponibile nei periodi estivi, proprio quando in pianura colture come cavolfiore, insalata iceberg e radicchio non sono reperibili. Tutto l’Alto Adige presenta ottime condizioni per la produzione di ortaggi, ma è proprio in Val Venosta che si concentra il 50% della produzione orticola estiva.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.