Ortofrutta, mercati veneti superato milione merce transitata

Dopo la flessione del 2009, continua a diminuire nel 2010 la quantita’ di merce transitata per i mercati ortofrutticoli del Veneto pari a circa 1.050.000 tonnellate (-2% sul 2009). Nota positiva il valore degli scambi posizionati nuovamente sopra il miliardo di euro (1,03 miliardi, +3,6% sul 2009). Questa la sintesi dell’analisi degli esperti di Veneto Agricoltura, sui dati forniti dai mercati veneti all’ingrosso. Tra i mercati piu’ importanti, quelli di redistribuzione, ancora in flessione Verona (circa 410 mila tonnellate, -5,5%), mentre Padova (350 mila tonnellate, +3%) e Treviso (115 mila tonnellate, +4%) hanno registrato un aumento delle quantita’ commercializzate. Questi mercati concentrano oltre l’83% delle merci che transitano per i mercati all’ingrosso della Regione. Notevole la flessione dei volumi veicolati dai mercati al consumo: se Venezia – Mestre rimane sostanzialmente stabile (circa 44 mila t), Bassano del Grappa (circa 20 mila t) e Vicenza (poco piu’ di 9 mila t) fanno segnare cali di quasi il 20%. Nei mercati alla produzione, sempre nel 2010, le quantita’ sono scese per la prima volta sotto le 100 mila tonnellate (-5% rispetto al 2009): da segnalare la crescita registrata dai mercati orticoli polesani (Lusia, con 31.500 t, +4% e Rosolina, 14.100 t, +6,6%) e dai mercati delle ciliegie veronesi (in particolare San Pietro in Cariano, con 2.800 t, cresce del 55%). Diminuiscono drasticamente le quantita’ aggregate nei mercati veronesi che concentrano la produzione di pesche e altra frutta fresca (kiwi, mele, ecc.), in particolare Valeggio sul Mincio (13.200 t, -23%) e Bussolengo (4.000 t, -35%).
Per quanto riguarda le destinazioni, in leggero calo le merci che rimangono dentro i confini regionali per essere consumate (42,1%) e quelle destinate all’estero (35,7%) a conferma delle difficolta’ commerciali dovute alla crisi economica internazionale incontrate anche dagli operatori ortofrutticoli del Veneto. Cresce invece (22,3%) la quantita’ di merce veicolata a livello nazionale verso altre regioni, in prevalenza Trentino-Alto Adige, Lombardia e Friuli-Venezia Giulia.In definitiva, nonostante nel 2010 vi sia stato un calo delle provenienze dalle altre regioni d’Italia, una leggera flessione degli acquisti della Distribuzione Moderna (DM) e una sostanziale stabilita’ delle spedizioni verso l’estero, i mercati ortofrutticoli veneti si confermano essere delle vere e propri e piattaforme di rilancio dei prodotti ortofrutticoli non solo regionali, ma anche nazionali, verso tutto il nord Italia e soprattutto all’estero, in particolare verso i mercati di sbocco nel Nord Est Europa e della Russia.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.