Ortofrutta, prezzi in ribasso chiudono un anno amaro


Gli ultimi acquisti prima di Natale non bastano a risollevare le quotazioni delle arance (0,26 euro al chilo, -5% rispetto al 2010). Calano anche i mandarini (-11%) mentre le pere perdono oltre un terzo del valore (59 centesimi al chilo). Le ultime rilevazioni dell’Ismea, aggiornate alla seconda settimana di dicembre, registrano la chiusura di un anno difficile per i prodotti ortofrutticoli, dopo il crollo nei mesi estivi anche per l’allarme Escherichia coli. I prezzi delle varietà frutticole invernali scontano diffusi cedimenti, con l’eccezione delle clementine, scambiate appena sotto la soglia dei 30 centesimi. Per le mele il collocamento sui mercati sta avvenendo in maniera regolare, anche se i prezzi perdono il 5,5%. Frequente il ricorso alla leva promozionale da parte della grande distribuzione, mentre all’estero le vendite stanno beneficiando, in questa fase, di una buona richiesta soprattutto dei buyer tedeschi. Sui mercati orticoli, soffrono le patate (-26% rispetto al 2010) anche per la forte concorrenza dall’estero e i prodotti in serra (a partire da zucchine e peperoni), mentre spuntano prezzi migliori i radicchi, le carote, i carciofi e l’indivia.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.