Ortofrutta: Rabboni, Francia e Spagna firmano un accordo. L’Italia è assente

“Stiamo recitando il solito copione; l’Italia continua a brillare per la propria assenza sulla crisi dell’ortofrutta e rischia di dover subire decisioni assunte da altri in settori fondamentali per la propria economia”. Con queste parole l’assessore regionale all’agricoltura Tiberio Rabboni ha commentato la notizia dell’accordo bilaterale firmato da Francia e Spagna per una nuova regolamentazione in sede europea dei mercati dei prodotti ortofrutticoli, alla luce della grave crisi che sta caratterizzando il settore. “Le proposte avanzate dai ministri Bruno Le Maire e Rosa Alguilar, a partire dall’estensione delle possibilità di ritiro dei prodotti e dall’aumento delle indennità compensative – ha spiegato Rabboni – ricalcano quelle che questa Regione ha formalizzato nei mesi scorsi e che io stesso ho illustrato lo scorso mese di giugno alla Commissione europea. Sugli stessi temi abbiamo chiesto al Ministro delle politiche agricole Saverio Romano un impegno straordinario anche in sede comunitaria. Ma ad oggi, nonostante alcune generiche rassicurazioni, non abbiamo visto nessun atto concreto. Tale latitanza è ancora più grave se si pensa che l’Italia è il primo Paese europeo per produzione di ortofrutta e che anche la campagna 2011 ha confermato le pesanti difficoltà del comparto con prezzi riconosciuti ai produttori che non coprono neppure il 50% dei costi di produzione”. “E’ una situazione francamente imbarazzante – ha concluso Rabboni – speriamo che la notizia dell’accordo tra Francia e Spagna serva da stimolo al Ministro per recuperare il tempo perduto e definire, con il contributo dei produttori e delle Regioni, una posizione autorevole e condivisa sul futuro dell’ortofrutta da portare, al pari di quella di Francia e Spagna, al confronto in sede comunitaria”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.