Pac: Agrinsieme, prevalga la proposta del Parlamento Ue

campi coltivati
“Vogliamo che le proposte del Parlamento europeo sulla nuova riforma della Politica agricola comune prevalgano in sede di trilogo e in questo chiediamo l’impegno e l’aiuto al presidente della Commissione De Castro”. E’ quanto ha detto questa mattina il presidente dell’Alleanza delle cooperative agricole Maurizio Gardini, a nome di Agrinsieme, il coordinamento tra le organizzazioni agricole (Cia e Confagri) e le centrali cooperative, rivolgendosi a De Castro, nell’ambito di un incontro per fare il punto sulla riforma in vista della fase finale della Pac che si aprirà l’11 aprile. Nonostante riconosca sia stato fatto qualche passo avanti, ad Agrinsieme non piace la posizione che verrà portata dal Consiglio europeo, in particolare per quanto riguarda le misure di mercato (regolamento Ocm unica). “Le nostre priorità negoziali – ha spiegato Giuseppe Politi, presidente della Cia – aprono all’inserimento dei giovani e favoriscono la crescita delle imprese, senza penalizzare i produttori storici, favorendo l’equilibrio domanda-offerta e la salvaguardia del reddito”. Altro punto negoziale su cui le organizzazioni agricole e le centrali cooperative hanno trovato un’intesa è il giusto equilibrio tra la definizione di agricoltore attivo, professionale e rivolto al mercato ed il sostegno ai piccoli agricoltori. Analoga ricerca di equilibrio dovrà essere condotta anche sul tema del greening, dove si punta a far coesistere le corrette pratiche agronomiche per la tutela dell’ecosistema ed il mantenimento dei livelli produttivi. “Rispetto alle misure di mercato e al secondo pilastro – ha spiegato il presidente di Confagricoltura, Mario Guidi – l’attenzione di Agrinsieme è rivolta all’ottenimento di adeguati strumenti di politica agricola settoriale e di promozione dello sviluppo delle aree rurali. E, soprattutto, di sostegno all’aggregazione a favore di Organizzazioni dei Produttori ‘attive’, effettivamente costituite da agricoltori e finalizzate alla commercializzazione della produzione dei propri soci”. Tra le priorità Agrinsieme segnala, infine, la semplificazione amministrativa e il rafforzamento di tutte le misure che riguardano la gestione del rischio come assicurazioni e fondi mutualistici.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.