Pac: Ciolos a Regioni Ue, richieste pertinenti

Confronto a porte chiuse sulla futura riforma della politica agricola comune (Pac), a Bruxelles, tra il commissario europeo all’agricoltura Dacian Ciolos e nove Regioni europee, importanti dal punto di vista agricolo: per l’Italia l’Emilia Romagna e la Toscana, con il sostegno esterno delle Marche. Ciolos, interrogato dall’Ansa al termine del confronto è apparso positivo, limitandosi a dire: “Ci sono molti elementi pertinenti che sono emersi dal confronto, confronto che ora continuera”. Per l’Emilia Romagna, l’assessore all’agricoltura Tiberio Rabboni ha detto di aver presentato a nome dei tutti la richeista di “elargire un pagamento diretto agli agricoltori per le produzioni di qualità, Denominazione d’origine e indicazione geografica prodotte (Dop e Igp), che dovrebbero essere prioritarie anche nei programmi di sviluppo rurale e sostenute con programmi di promozione sul mercato mondiale”. Richieste – ha precisato Rabboni – “a cui il commissario a fatto un cenno positivo”. Per la Toscana, l’assessore all’agricoltura Gianni Salvadori, ha spiegato: “Noi vorremmo avviare con lo Stato un confronto che fino ad oggi ci è stato negato. Mi auguro che nuovo ministro convochi gli assessori regionali al più presto per renderli partecipi del confronto che anch’esso ha avviato con l’Ue”. Salvadori ha aggiunto due considerazioni di fondo sulla futura Pac: la necessità di più semplificazione e più partecipazione attiva alle decisioni. “Dobbiamo lavorare – ha detto – per ridurre la pesantezza del peso burocratico che le riforme possano avere nei confronti degli agricoltori. E vogliamo continuare ad essere partecipi ai processi che daranno continuità ai regolamenti e alla nuova Pac”. Rispetto poi alla proposta di riforma sugli aiuti legati al rinverdimento della Pac, il cosiddetto ‘greening’, la regione Toscana chiede che venga contenuto e sia flessibile nella sua applicazione all’interno delle singole Regioni e dei singoli Stati membri. Altrimenti – dice – verrebbero penalizzate pesantemente le principali colture toscane, l’olivicoltura e la viticoltura. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.