Pac: Ciolos, circolano idee pericolose sul capitolo fondi


Il commissario alla politica agricola Ue (Pac), Dacian Ciolos, “non nasconde la sua inquietudine” sul bilancio europeo per la Pac post 2013. “Come ad ogni tappa decisiva delle discussioni sul bilancio Ue – ha messo in guardia – sento nuovamente circolare idee pericolose. Certi restano dell’idea che la Pac ha dei margini di manovra. Non ce ne sono più”. Per Ciolos, a Budapest per il congresso delle cooperative Ue, “gli Stati e il Parlamento Ue devono assolutamente confermare la proposta della Commissione”. Il commissario europeo ha poi spiegato “che certi Stati membri vorrebbero blindare gli aiuti diretti agli agricoltori facendone dei veri e propri “santuari” e questo a danno dei contributi europei per il mondo rurale (ossia miglioramento della qualità e delle strutture, tutela del territorio, dell’ambiente, del benessere degli animali, ndr), che al contrario “pagherebbe il prezzo forte”. Ciolos ha aggiunto con forza: “noi non vogliamo che i capi di Stato e di Governo debbano scegliere tra il primo e il secondo pilastro della Pac (ossia tra gli aiuti diretti ai produttori e il miglioramento dell’attività economica nelle campagne nel rispetto del territorio, ndr): i due sono complementari e non funzionano l’uno senza l’altro”. In definitiva – conclude sul tema – “gli aiuti diretti agli agricoltori – circa l’80% del bilancio della Pac – resteranno al cuore del dispositivo dell’agricoltura europea, ma per mantenere una credibilità a medio e lungo termine – dice – gli aiuti devono evolvere in modo coerente con le dinamiche economiche del settore agricolo”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.