Pac: Confagri, pagamenti in tilt. 30% aziende senza fondi

agricoltura generica2
Ritardi, disfunzioni, inefficienze e troppa burocrazia nei pagamenti comunitari previsti per l’agricoltura con il risultato che oggi quasi 3 aziende su 10 non hanno ricevuto neppure un euro. A denunciarlo è il Comitato Direttivo di Confagricoltura, che ha messo in evidenza le difficoltà che si incontrano nella gestione delle ‘domande Pac’ degli agricoltori. Nonostante l’Ue abbia consentito di erogare il 70% dei contributi comunitari, a titolo di anticipo, entro il 30 novembre 2015, a oggi oltre un quarto delle aziende non ha ricevuto alcun pagamento, fa notare l’Organizzazione; tutto questo mentre si avvicina la scadenza del 16 maggio per presentare le domande 2016 e il malfunzionamento della macchina burocratica sta impedendo le procedure per le nuove richieste. Attualmente, esclusi i piccoli produttori che hanno modalità specifiche, sono state presentate appena il 10% delle richieste, fa sapere Confagri, nell’auspicare che il ministro Maurizio Martina possa avviare le procedure per una dilazione nella presentazione delle domande 2016. Il malfunzionamento di Agea, degli organismi pagatori regionali, delle stesse Regioni che non hanno ancora emanato i bandi per l’attivazione delle misure dei Piani di sviluppo rurale, osserva Confagri, creano una situazione inaccettabile; serve più tempo ma, soprattutto, occorre un cambio di passo reale nella sburocratizzazione e nello snellimento degli oneri a carico delle aziende agricole. I ritardi nei pagamenti e nella gestione delle pratiche, conclude Confagri, si traducono in ritardi competitivi con le imprese degli altri Paesi europei, dove le Pubbliche Amministrazioni sono in grado di gestire la presentazione delle domande senza affanni e di erogare nei termini i contributi previsti dai regolamenti comunitari. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.