Pac, per i sindacati manca la tutela degli agricoltori

”La Commissione agricoltura europea deve intervenire con grande determinazione per correggere una proposta di politica agricola comunitaria che non punta ad accrescere la competitivita’ delle imprese, non aiuta la concentrazione del prodotto, non tutela gli agricoltori”. Lo dichiara Stefano Mantegazza, segretario generale della Uila Uil, al termine della riunione di tra il presidente della Commissione agricoltura del Parlamento europeo Paolo De Castro e i sindacati Fai, Flai e Uila. ”Si tratta, inoltre, di una proposta che non garantisce cibo sicuro in qualita’ e quantita’ a prezzi ragionevoli ai consumatori europei e che non consente all’agricoltura europea di vincere le sfide della competitivita’ verso le altre agricolture”. ”Manca soprattutto un riferimento esplicito al lavoro, che invece va inserito – prosegue Mantegazza – perche’ non e’ piu’ accettabile l’idea che i prodotti e i profitti della filiera agro-alimentare sembrino arrivare dal nulla”. ”Al termine della riunione – conclude Mantegazza – i sindacati Fai, Flai e Uila hanno chiesto con grande forza al presidente della Commissione agricoltura del parlamento europeo di convocare il sindacato per poter rappresentare le proposte sul lavoro. Nel caso questo avvenisse, sarebbe la prima volta che il sindacato dei lavoratori dipendenti verrebbe audito dalla Commissione”.
Pronta la replica del presidente di Paolo De Castro. “Sono perfettamente d’accordo con i sindacati sulla centralita’ di temi quali lavoro e occupazione e il 26 gennaio prossimo, con l’apertura delle audizioni del Parlamento europeo, saranno sentiti dalla nostra Commissione”. Il presidente della Commissione agricoltura del Parlamento europeo, nel fare il punto sul suo primo anno di attivita’, sollecita anche i sindacati a suscitare ”una pressione europea” sui temi economici legati al reddito e all’occupazione. De Castro osserva inoltre che da parte dell’Italia c’e’ ancora sottovalutazione del ruolo del’Europa e come il ddl sull’etichettatura in discussione nel Parlamento nazionale sia ”senza prospettiva perche’ i singoli Paesi non possono legiferare autonomamente”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.