Pac: Verrascina (Copagri), alcune luci ma prevalgono ombre


“Gli obiettivi chiave della proposta della Commissione possono essere condivisibili, ma ci chiediamo come saranno perseguibili con i tagli decisi sul bilancio della PAC che peraltro non tengono in nessun conto le deliberazioni in materia del Parlamento Europeo”. Lo ha detto il presidente della Copagri, Franco Verrascina, commentando a caldo la presentazione delle proposte legislative della riforma della PAC. “E’ chiaro – aggiunge – che aspiriamo tutti alla competitivita’ dei produttori agricoli sia in chiave economica, che di incontro delle istanze dei cittadini sui temi della sicurezza alimentare e ambientale, tuttavia vanno analizzate e approfondite le modalita’ di attuazione per perseguire tali obiettivi e modificate laddove si rende necessario. Diciamo subito che la superficie come fondamentale parametro per l’erogazione degli aiuti e’ estremamente penalizzante per l’Italia. Da sola tale decisione incide in modo pesantemente negativo sull’intero impianto proposto dalla Commissione. Restiamo fermi sulla posizione che nel corso del negoziato tale parametro debba essere cambiato e affiancato da altri elementi, quali la PLV, la qualita’ delle produzioni, la qualita’ e la quantita’ occupazionale. Ad ogni modo, questo principio dovra’ essere attuato con adeguata gradualita’. Mi pare, inoltre, che il tanto decantato obiettivo della semplificazione sia messa concretamente a rischio da un probabile aumento del carico burocratico”.
Ci sono alcune luci, ma ombre sostanziali, e ripeto quella dell’aiuto legato alla superficie e’ davvero pesante. Ora – ha concluso Verrascina – abbiamo tempo fino al 2013 per migliorare quanto piu’ possibile la proposta di riforma, soprattutto per quanto concerne gli strumenti e le strategie che non sembrano le migliori per perseguire gli obiettivi dichiarati. A tale fine e’ importante il nuovo ruolo codecisionale del Parlamento Europeo. Noi auspichiamo una PAC ambiziosa, a sostegno di maggiore produzione e della qualita’. L’Italia, gia’ contribuente netto nell’Unione, non puo’ accettare ulteriori penalizzazioni nelle forme di applicazione della nuova politica agricola europea”.(AGI)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.