Panificatori in stato di agitazione. Codacons, protesta senza ragione


Il Consiglio nazionale della Federazione italiana panificatori ha dichiarato lo stato di agitazione dei forni italiani aderenti alla Fippa. Nel contempo – a fronte del decreto del 5 agosto che consente agli agricoltori di produrre e vendere pane fresco – partiranno due ricorsi: uno verso l’Unione Europea, l’altro rivolto al Tar. ”Qualora rimanessero ancora inascoltate le nostre richieste – ha dichiarato il presidente della Federazione italiana panificatori, Luca Vecchiato – scatteranno ulteriori e più drastiche forme di agitazione”. Nei prossimi giorni i panificatori informeranno attraverso volantini e manifesti la loro posizione.

Codacons: protesta senza ragione
Il Codacons contesta lo stato di agitazione proclamato della Federazione italiana panificatori contro il decreto del 5 agosto che consente agli agricoltori di produrre e vendere pane fresco. ”Con i ricarichi che si registrano in Italia tra la materia prima e il prodotto finito, i panificatori non hanno motivo di ribellarsi – spiega il Presidente Carlo Rienzi – Ben venga invece l’apertura della vendita del pane fresco anche agli agricoltori, perche’ tale provvedimento tagliera’ la filiera produttiva, aumentera’ le possibilita’ di scelta per i consumatori e incrementerà la concorrenza, con effetti positivi sui prezzi al dettaglio”. Il Codacons ricorda infine che allo stato attuale in Italia vige sul pane un ricarico dal campo alla tavola del +1127%, con il grano quotato 0,22 euro al kg, e il pane venduto mediamente a 2,70 euro/kg. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.