Parma, 6000 euro di sanzioni e un esercizio sospeso per irregolarità nel settore ittico

Il Nucleo Antifrodi Carabinieri di Parma ha sottoposto a controllo numerosi operatori commerciali del settore ittico contestando, nella Provincia, sanzioni amministrative per 6.000 euro circa per irregolarita’ nei cartellini delle denominazioni di vendita. I controlli sono stati sviluppati con la collaborazione del Servizio Veterinario dell’Ausl di Parma che ha svolto i campionamenti ed emesso un provvedimento di sospensione, intervenuta poiche’ e’ stato riscontrato che l’esercizio commerciale, nonostante sul banco vendesse preparazioni a base di pesce, non era dotato di frigoriferi per ”l’abbattimento termico”, strumento indispensabile per surgelare i prodotti ad almeno meno 20 gradi prima di cucinarli per eliminare determinati agenti patogeni. I Nac ricordano che nella vendita del pesce e’ obbligatorio che siano indicati in etichetta: la ”denominazione commerciale” della specie ittica, il ”metodo di produzione” (allevamento o pesca), la ”zona di cattura” (zona marina o stato di allevamento o di pesca). In particolare per i molluschi bivalvi vivi (come ad es. cozze e vongole) devono riportare in etichetta la ”data di preparazione” (giorno e mese) e il ”tempo minimo di conservazione” o ”scadenza”, o, in alternativa, la dicitura ”questi animali devono essere vivi al momento dell’acquisto”. Ogni situazione illecita potra’ essere segnalata al numero verde 800 020 320 del Comando Carabinieri Politiche Agricole e Alimentari

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.