Parmalat: Flai, ipotesi spezzatino mette a rischio lavoro


”Siamo assolutamente contrari ad una ipotesi di spezzatino del gruppo Parmalat con la separazione delle attivita’ industriali presenti in Italia da quelle presenti all’estero”.Cosi’ il segretario nazionale della Flai-Cgil Mauro Macchiesi, unitamente al coordinamento delle Rsu Flai del gruppo riunito oggi a Parma, commenta le indiscrezioni di stampa secondo le quali nel perimetro industriale dell’azienda alimentare di Collecchio resterebbero solo le produzioni locate attualmente in Italia. ”Senza le attivita’ estere – dichiara Macchiesi – la Parmalat diventerebbe una semplice societa’ commerciale e non avrebbe alcuna ragione di esistere. Basti pensare ai dati fortemente negativi che l’azienda ha registrato in Italia nell’ultimo anno, con un calo sensibile sia in termini di latte venduto che di fatturato. Tale ipotesi e’ ancora piu’ incomprensibile se si pensa che le industrie italiane, soprattutto quelle alimentari, hanno nell’export e nei mercati esteri il loro punto di forza”. ”L’eventuale spezzettamento dell’attuale assetto del gruppo – conclude Macchiesi – non produrrebbe quindi altro effetto se non quello della perdita di migliaia di posti di lavoro ed e’ per questo che continuiamo ad insistere affinche’ il governo, che ha gia’ delle pesanti responsabilita’ rispetto a tutto quello che sta accadendo da qualche settimana attorno alla Parmalat, si adoperi per evitare che si compia questo drammatico scenario”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.