Parmalat: piano industriale entro giugno

”La Parmalat deve definire quanto prima un piano industriale di medio termine per lo sviluppo produttivo ed occupazionale del gruppo ed utilizzare la liquidità acquisita finora per consolidare e implementare la sua presenza in Italia e all’estero”. Cosi’ il segretario nazionale della Flai-Cgil Antonio Mattioli che intende dare ”un vero e proprio ultimatum alla dirigenza del gruppo, con la promessa che se entro il prossimo giugno non vedremo un piano che parli di sviluppo e di investimenti saremo pronti a fermare le produzioni e a mobilitare i lavoratori”. La Parmalat, secondo Mattioli, ”deve respingere definitivamente l’assalto dei fondi di investimento che vorrebbero che questa stessa liquidita’ sia spartita tra gli azionisti e non rimessa sul piatto per far fare al gruppo quel salto di qualità che sta rincorrendo da tempo”. Un utilizzo sbagliato delle risorse rischierebbe, secondo il sindacato, ”di rigettare la Parmalat nel guado e di rimettere il gruppo nelle mani di quella stessa finanza che l’ha portata al crac”.
Non è più rinviabile ”un confronto con Parmalat per aprire una riflessione strategica su come rafforzare il perimetro produttivo attraverso quali investimenti in nuove acquisizioni e-o in nuovi prodotti”. Questo il parere di Tiziana Bocchi, segretario nazionale della Uila all’indomani del coordinamento nazionale riunito a Parma durante il quale l’azienda ha annunciato un progetto di riorganizzazione da discutere nei prossimi giorni con i sindacati di categoria Fai, Flai e Uila. ”E’ importante – afferma Bocchi – che le risorse a disposizione vengano destinate esclusivamente a questo obiettivo anche per consolidare i livelli occupazionali. Per questo abbiamo chiesto nuovi incontri di coordinamento nazionale da tenersi entro il prossimo mese di giugno, la cui discussione non potrà che partire da questi argomenti”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.