Pasqua: spesi 1,3 mld per piatti tipici. Bene agriturismi, in calo ristorazione


Fra pranzi e libagioni pasquali gli italiani hanno speso 1,3 miliardi di euro in piatti tradizionali, hanno passato seduti a tavola quasi tre ore e nonostante il tempo incerto il 17% di loro ha scelto di fare un ‘pic nic’ nel verde di parchi e riserve naturali (stime Coldiretti).
Nonostante la crisi si è speso il 5% in più rispetto allo scorso anno ma un terzo di quanto acquistato rischia ora di finire nella spazzatura. Pizzette, torte salate, ratatouille e frittate sono piatti semplici, veloci e gustosi per riutilizzare gli avanzi evitando inutili sprechi.
Le vacanze di Pasqua sono state anche l’occasione per le diverse categorie economiche del turismo di fare una sorta di prova generale su come andranno le vacanze estive. Il risultato – afferma Confcommercio – e’ in chiaroscuro.
Per ristoratori e albergatori le festività sono ”trascorse sul filo della stabilità”. Se per il turismo ha visto una leggera ripresa, i ristoratori hanno avuto un leggero calo di presenze e fatturato. Federalberghi-Confturismo ha calcolato presenze in aumento dell’8% pari a circa 9 milioni e 200mila vacanzieri per un giro d’affari di 2,7 miliardi. Mentre per i ristoratori della Fipe gli italiani che hanno pranzato a Pasqua fuori casa sono stati poco piu’ di 4 milioni con un calo del 2,4% rispetto al 2009. Il 51,7% dei ristoratori registra un calo delle prenotazioni. Le cose – afferma la Coldiretti – sono invece andate meglio agli agriturismi dove durante le vacanze sono stati serviti circa un milione i pasti e a Pasquetta si è registrato il pienone di giovani.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.