Pasqua: boom dell’agnello marchigiano certificato

Un milione di chili di carne di agnello finira’ sulle tavole dei marchigiani per Pasqua. La stima e’ di Coldiretti Marche e Bovinmarche, che segnalano anche un boom di acquisti di carne certificata (+30%), l’Agnello della Marca. Il marchio indentifica gli animali nati e allevati nei pascoli d’alta quota dell’Appennino centrale, un sigillo alimentare di amido e mais che non puo’ essere strappato e viene cotto assieme al prodotto. Una garanzia per chi acquista di portare in tavola agnello realmente made in Marche, i ”tarocchi” provenienti dall’estero. Se ogni anno nelle Marche si allevano 200 mila agnelli, di cui la meta’ in occasione delle feste pasquali, altrettanti vengono importati dai Paesi dell’est europeo, e spacciati come italiani. Quest’anno i prezzi pagati agli allevatori si sono mantenuti sui livelli dello scorso anno (circa 4 euro), mentre quelli al consumo si aggirano tra i 10 e i 15 euro. Coldiretti lavora per ottenere anche l’Igp (Indicazione geografica protetta) per l’agnello dell’Italia Centrale

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.